Una nuova stagione - Tommaso sito web

Vai ai contenuti

Menu principale:

Una nuova stagione

i miei libri
Editore: L’ArgoLibro
Per info e ordini: largolibro@gmail.com
Prefazione
di Danila Oppio
(Una marcia in più, sul percorso di un pensionato).

Ho conosciuto Tommaso Mondelli attraverso la lettura del suo libro Settimane Bianche e crociere a costo zero, inviatomi molto gentilmente dalla comune amica scrittrice e poetessa Laura Vargiu, che ne ha curata l’edizione definitiva e infine scritto la prefazione. Mi è sembrato cortese, dopo aver letto con sommo interesse il contenuto del libro, scrivere all’autore le mie ottime impressioni al riguardo.
Da quel momento, è nato con l’autore un costruttivo dialogo, impostato sul reciproco interesse per la scrittura, sia in versi o in prosa. Mondelli ha scritto ben dodici sillogi poetiche, e cinque libri in prosa. Già prima di raggiungere questo traguardo, mi diceva che il tal libro sarebbe stato l’ultimo. Una fontana che zampilla, però, non interrompe il suo fluire: la fonte d’ispirazione del poeta e scrittore non si esaurirà mai!
E’ bastato che l’amica Maura gli dicesse: “Hai scritto buona parte della tua biografia, in diversi libri, (Lontani ricordi di un Segretario Comunale, Settimane bianche e crociere a costo zero, Dagli Appennini alle Alpi) che rappresentano spezzoni della tua vita, e non vorrai certo tralasciare questi ultimi quarant’anni?”. In effetti, nella postfazione del precedente libro, avevo fatto cenno a quanto Mondelli ha realizzato, da neopensionato. Certamente il discorso andava sviluppato, perché proprio dagli ultimi quarant’anni, Mondelli è in pensione, ma non ha infilato un paio di pantofole e, aspettando chissà cosa, rigirato i pollici! Quel che ha realizzato, lo leggerete in questo libro. Certo, dobbiamo ammetterlo, non tutti posso emularlo, poiché il Cavaliere della Repubblica e plurilaureato è una persona del tutto eccezionale, ma sono certa che potremo apprendere da lui, come si può – e si deve - riempire la vita realizzando tutto quel che, a causa degli impegni familiari e lavorativi, abbiamo dovuto trascurare in passato. Oppure abbiamo forse chiuso il cassetto delle future opportunità, perdendone poi la chiave?
L’autore non ha scritto questo libro per vantarsi di quanto ha realizzato.  Si è impegnato, e ha raggiunto lo scopo. Ha voluto narrare le sue esperienze, per sollecitare i lettori a emulare le sue mosse, pur se con passi diversi da quelli intrapresi da lui. Sono certa di interpretare il suo pensiero, sostenendo che tentar non nuoce. Se fosse possibile rendere reale anche solo una piccola parte dei nostri sogni, sarebbe comunque un buon traguardo. Immagino che molti abbiano pensato: “Quando andrò in pensione, mi concedo un bel viaggio”. Oppure: “Mi dedico al mio hobby preferito, finalmente!”, Qualunque esso sia, purché non sprechiamo tempo prezioso a sonnecchiare in poltrona, sfogliando distrattamente un giornale.




 
Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu